Istria e Quarnero

Catamarani

A proposito Istria e Quarnero

Mentre la parte settentrionale della costa croata, l'Istria è la più grande penisola croata.Noto per le sue città storiche, coste attraenti e gastronomia. Pieno di molto vivace, costiere, città turistica e tranquilla, città tranquilla e vigneti nell'entroterra. Il suo paesaggio, spesso rispetto alla Toscana e Provenza.

L'Istria è una regione ofexceptional vini e tartufi. Come destinazione turistica molto popolare, con la sua ampia scelta di località balneari, centri sportivi, piccole aziende agricole o strade del vino, Istra grado di soddisfare anche i visitatori più esigenti.

 

Golfo del Quarnero, è l'area nella parte settentrionale del croato, circondato da croati e terraferma penisola istriana. Golfo del Quarnero include alcune delle isole croate e le città costiera e città. Questa regione offre una vasta gamma di destinazioni per la vela, da Umago, a Kornati, questa regione a vela è un po 'più impegnativo per la vela in Croazia grazie alla sua più le condizioni climatiche variabili, e soprattutto forte vento NE bora che a volte può soffiare burrasca anche nel periodo estivo, proveniente dalla costa che cade da un massiccio montuoso Velebit.

Mete da visitare in barca a vela in questa regione sono (consigliato): Parenzo, Brioni parco nazionale, isole di Susak e Unije, isola di Cherso, isola di Krk, Mali Lošinj città sull'isola di Lussino, Rab, sull'isola di Rab, isola di Ilovik e tutti la strada a sud verso le isole di Silba e Olib. Porti di partenza per i catamarani in questo settore sono Pola, Krk e Rovigno. Pola e Rovigno stanno iniziando le porte in Istria, e di Krk si trova nel cuore Golfo del Quarnero.

 

Viaggiare in Istria e Quarnero è facilmente accesable da strade dall'Europa centrale a causa della closenes di Italia e Slovenia, l'accesso vicino alle autostrade e l'aeroporto di Pola. Ryan Air ha una linea regolare da Londra a Pola. Altri aeroporti vicini a Pola sono Trieste, Treviso e Venezia aeroporto in Italia e Lubiana in Slovenia.

Guardando la mappa della Croazia, una delle caratteristiche geografiche presente è una penisola situata nel nord-ovest del paese. Questa penisola è la regione dell'Istria.Istria è la patria di Pula, che è una città che contiene molte strutture dell'ex Impero romano. Ci sono anche molte spiagge differenti disponibili in Istria per le persone che godono di nuoto. Infine, se sei italiano e preferirei parlare quella lingua durante la maggior parte del vostro viaggio, le zone costiere in Istria hanno tutti luoghi dove si capiva l'italiano.

Quarnaro è la regione immediatamente a sud-est della penisola istriana, dove il mare Adriatico fa un golfo alla terraferma croata (questo golfo è conosciuto come il Golfo del Quarnero). Ci sono due regioni principali ai Quarnero che sono di interesse per i turisti. Il primo è la regione di isole situate nel golfo, dove molte attività di turismo naturalistico come la vela, il nuoto e kayak può aver luogo.

La seconda regione è la regione continentale del Golfo del Quarnero, che contiene la città croata di Rijeka. Funzioni di Fiume come porto principale in Croazia e non è davvero una grande attrazione turistica. Tuttavia, se siete interessati alla cultura e all'aria aperta, Rijeka offre molte opportunità sotto forma di chiese, castelli e musei.

 

Itinerari consigliati a vela

Vela di Punat verso Rab - Silba - Molat - Premuda - Lussingrande - Supetarska

In alternativa: Olib, Ist, Bozava (Dugi Otok), Ilovik, Kolovrat Bay (Cres).

Vela momenti Croazia: la campanili di Rab, una passeggiata sul Silba, bagni in Tramerka, il faro di Veli Rat, la solitudine di Premuda, il fascino di Lussingrande.

Il primo giorno la testa fuori dritto per Rab (21 miglia).

Il secondo giorno il vento maestrale vi porterà rapidamente attraverso le 24 miglia a Silba. Non ci sono automobili lì, e sono i giardini traboccanti di fiori. Silba ha veramente non doppio, ed è abbastanza unico nella sua bellezza. Ci sono due porti dell'isola.Quello sul lato nord deve essere usato da marinai. Ancoraggio può anche essere lasciato cadere nel porto sicuro offerto dal porta Sv. Ante Bay

Dalla testa Silba su tre giorni più a sud di out-of-the-way Zapuntela, e poi altri 7 miglia da Ist e Molat (ci sono molti boe per l'ormeggio disponibili là) e poi un ulteriore 2,5 miglia sulla lato esterno di queste isole per la piccola, disabitata, isolotto di Tramerka.

Salpare qui al largo della spiaggia spettacolare sul lato nord dell'isola. Nel tardo pomeriggio fare il vostro senso a poche miglia a Brgulj Bay nella parte meridionale dell 'isola di Molat. Per la notte si può scegliere tra porti sicuri in cima alla baia lungo l'isolotto boscoso di Brgulj ci sono stati una trentina di boe, o un ormeggio al porto piccolo Molat. Non ci sono più di 17 miglia in totale da Silba a Molat.

Il quarto giorno di tornare a nord. Fai la tua meta Premuda (piccolo porto di Krijal sul lato mare aperto dell 'isola). Come ci sono poco meno di 16 miglia a lì, vi consigliamo di fare un viaggio a lato Solišica, una profonda insenatura della costa bassa sulla parte settentrionale dell'isola di Dugi Otok, all'estremità sud-ovest della laguna che è l'unico nella Pantera Bay. Ci si può visitare il faro più antico dell'Adriatico su Veli Rat, o, vela verso nord, fare una sosta nel porto di Ist Bay (anche qui ci sono ormeggi disponibili in tutto il frangiflutti come nelle marine) o Griparica su Škarda. Premuda vi aspetta con il suo porto in miniatura con solo dieci posti di ormeggiare, ma ci sono una ulteriore ventina di boe ancorate intorno ad esso, l'ancoraggio è protetto da dirupi e la catena di isolotti Masarina modo che ci sia nuotare qui. Il villaggio di Premuda è in cima dell'isola, ed è raggiungibile con una breve passeggiata.

Vela per tornare alla civiltà del quinto giorno, 13 miglia a Lussingrande (in alternativa: Mali Lošinj, il che significa che la mattina seguente si aspetta per il ponte di essere sollevata a Privlaka). Il porto di Lussingrande è un po 'affollato, ma dopo la celebrazione occupato dell'Assunzione della Vergine Maria si trova un posto di ormeggio lungo la banchina lunga sotto il campanile della chiesa parrocchiale dove si possono vedere alcuni quadri di grande valore.

Lussingrande è una città affascinante, affollati intorno al porto. Anche in questo caso si dovrebbe diffidare del nord-est Bura. Se si comincia a soffiare un po 'tornare al porto Rovenska e trovare ormeggio sicuro a fianco di un peschereccio fino a quando il vento si placa.

Per il giorno successivo vi consigliamo per prima cosa i cinque miglia a Jadrišćica (Pogana, cioè Punta Croce), una profonda insenatura stretta sulla testa del sud dell'isola di Cres. Ci si trova pace, tranquillità e un accogliente ristorante lungo un piccolo molo. Spostare su un altro 19 miglia che lo stesso giorno al porto a Supetarska draga, quello centrale di tre campate sicuro della costa nord-occidentale di Rab (c'è anche Kamorska Draga e Lopar Bay). (In alternativa: se si è innamorato della città di Rab è solo 16 miglia per vedere di nuovo.) Il settimo giorno è sufficiente fare la strada per tornare a Punat.

 

Altri percorsi

  • 1ogiorno: Pola – Rovinj
  • 2ogiorno: le isole Brioni (Parco Nazionale)
  • 3ogiorno: Medulin – Osor (isola di Cres)
  • 4ogiorno: Orjule - Susak
  • 5ogiorno: Unije - Cres
  • 6ogiorno: Rabac
  • 7ogiorno: Rabac - Pola
  • 1ogiorno: Pola - Medulin
  • 2ogiorno: Cres
  • 3ogiorno: Punat (isola di Krk)
  • 4ogiorno: Rab
  • 5ogiorno: Ilovik
  • 6ogiorno: Susak
  • 7ogiorno: Susak - Pola

Route durata: 14 giorni

  • 1ogiorno: Pola - Cres
  • 2ogiorno: Unije - Susak
  • 3ogiorno: Ilovik - Silba
  • 4ogiorno: Olib - Molat (Bozava baia)
  • 5ogiorno: Telascica (Parco naturale)
  • 6ogiorno: Islands Kornati (parco nazionale)
  • 7ogiorno: Piskera - Veli Iz
  • 8ogiorno: Zadar - Molat
  • 9ogiorno: Simuni (isola di Pag)
  • 10ogiorno: Mali Losinj
  • 11ogiorno: Rabac - Medulin
  • 12ogiorno: Isole Brioni (Parco Nazionale)
  • 13ogiorno: Rovigno
  • 14ogiorno: Rovigno – Pola